...a cura di:

 
 
     
   
 
     
01 Classica Dritta - Billiard 
La Billiard (tr. lett. da biliardo) è la pipa più classica tra le classiche. La sua linearità, oltre ad assicurare un design limitato all'essenziale, non favorisce il formarsi della fastidiosa condensa (acquerugiola).
Della Classica Dritta - Billiard registriamo cinque varianti
PPP
  02 Classica Curva- Bent Billiard 
La pipa "curva" per antonomasia. Come tutte le curve può favorire il formarsi della condensa.
Della Classica Curva registriamo cinque varianti
NP
     
 
     
03 Dublino - Dublin
Originariamente disegnata e usata nella capitale d'Irlanda. Non meno elegante della Billiard appare più slanciata per la forma
svasata verso l'alto e la leggera inclinazione della testa. Il fornello a tronco di cono rovesciato tende leggermente a riscaldarsi in bocche inesperte.
Della Dublino registriamo undici varianti
NP
  04 Boccetta - Apple
Dalla caratteristica testa pienotta e arrotondata ha, in realtà, una camera di combustione paritetica alla Billiard. Crea raramente acquerugiola.
Della Boccetta registriamo due varianti.
PP
     
 
     
05 Lovat - Lovat
Probabilmente deve il suo nome al luogo di nascita, Lovat appunto, nell'Inverness - shire in Scozia dove - guarda caso - lo stesso termine caratterizza un colore tipico nella produzione del tweed. Il camino è equivalente a quello della Billiard ma l'armoniosa lunghezza del cannello porta un fumo leggermente più fresco al bocchino. Crea raramente acquerugiola.
Il senso delle proporzioni è evidente e l'impatto visivo rende la Lovat inconfondibile; una Lovat è una Lovat e non ne registriamo varianti.
PPP
  06 Canadese - Canadian
Dal cannello lungo a sezione ovale la Canadese, pur assicurando un fumo fresco al bocchino, richiede una manutenzione più
accurata per la pulizia del cannello ed una maggior attenzione, vista la sezione ridotta,  alla fragilità dello stesso. Crea raramente acquerugiola.
Della Canadese registriamo due varianti.
PP
     
 
     
07 Cornetta - Woodstock
La forma slanciata e decisamente originale (per un modello capostipite classico potremmo già parlare "di linea mossa") con la testa in avanti nasconde un po' di difficoltà sia all'accensione che alla fumata per il fornello rastremato.
Della Cornetta registriamo due varianti.
NP
 
 08 Galles - Prince
Disegnata per il Principe del Galles (Prince of Wales) Albert (Edward VII d'Inghilterra) che rinunciò al trono per sposare l'americana Wally Simpson ma non rinunciò alla sua pipa preferita che sfoggiava in ogni occasione e al titolo di Duca di Windsor.
Chiamata anche Prince Regent la Galles, sia per la forma accattivante che le ridotte dimensioni del fornello che limitano la quantita di tabacco ospitata, potrebbe attirare il principiante. In realtà, considerando le accensioni ripetute alle prime armi e l'apparente facilità della carica, non è il modello più indicato.
Adatta comunque alle fumate brevi.
Della Galles registriamo una variante.
NP
     
 
     
09 Ovale - Oval
Tra le capostipiti, indipendentemente dal successo iniziale dovuto alla possibilità - unica per le pipe e le giacche del tempo - di
essere infilata in tasca, è ormai quella meno riprodotta e diffusa. La forma ovale del camino, tra l'altro, rende difficoltosa una buona combustione tendendo a concentrare la brace al cento rispetto alle pareti nella parte ellitticamente curva.
Della Ovale non registriamo varianti. 
NNP
  10 Pot -Pot
Testa tozza e fornello largo e capiente la Pot, se opportunamente fumata, regala una pipata corposa e gustosa. Fondamentale una corretta accensione, accuratamente distribuita su tutta la superficie, e la regolarità delle boccate che non devono essere frettolose e nervose.
Della Pot registriamo quattro varianti.
NP
     
 
     
11 Quadra - Bulldog
Sportiva e grintosa non a caso le è stato dato il nome del cane dalla testa altrettanto caratteristica. L'unica cosa che ha in comune con le classiche capostipiti è la sezione del fornello; tutto il resto (dalla sezione quadrata del cannello al motivo svasato della testa) la distinguono. Leggermente più corta rispetto alla Billiard ha un fumo leggermente più caldo.
Della Bulldog non registriamo varianti.
PP
  12 Quadra Curva - Half Bent Rhodesian
L'ultima capostipite (che molti confondono con una banale Bulldog curva) è la pipa appositamente disegnata e voluta da Cecil John Rhodes (1853-1902). Politico britannico leggermente imperialista e pioniere dell'industria mineraria nell'Africa australe, costruì
rapidamente una non trascurabile fortuna basata su oro e diamanti attraverso le società Gold Fields of Sout Africa e De Beers.Il protettorato tra il lago Tanganica ed il Transvaal che, trovandolo "libero", battezzò Rhodesia è tornato Zimbabwe e l'unico omaggio alla sua intraprendenza e al suo nome è rimasto alla pipa. Vista l'influenza del personaggio non possiamo escludere che l'inserimento della sua pipa tra le capostipiti sia un favore che non poteva essere rifiutato.
Della Quadra Curva registriamo una variante.
NP
     

MPC

Homepage