Una tessera, una ricorrenza: 

Albert Einstein

2010


"Credo che il fumo di pipa contribuisca a un giudizio un po' calmo e oggettivo in tutti gli affari umani". Basta questa frase, pronunciata da Albert Einstein esattamente sessant'anni fa, nel 1950, per giustificare la tessera Mpc 2010 dedicata al padre della fisica moderna.


6 A differenza di altri inseriti nella categoria "most famous pipesmoker" Einstein, per quanto inseparabile dal fumo di pipa come uno dei suoi archetipi, non era famoso per nessun tipo o marca particolare di pipa. Anzi, la sua passione per la pipa trascurava qualsiasi aspetto di status symbol; cosa fondamentalmente in linea con la "filosofia" Mpc. Ma su questo aspetto è esaustivo l'articolo di Roger Catlin pubblicato sul sito dello "Smithsonian", il famoso istituto di istruzione e ricerca americano che custodisce l'unica pipa rimasta di Einstein. Si sa, inoltre, che il suo tabacco preferito era il Revelation, una mixture relativamente economico di burley, virginia, kentucky, latakia, perique e qualche aroma fruttato. La leggenda vuole che la produzione originale, interrotta per molti anni, sia ripresa circa un decennio fa dalla Philip Morris in gran parte grazie al fatto, appunto, che fosse il tabacco preferito da Einstein.
Certo, potremmo scrivere molto altro del genio Albert Einstein (1879 -1955), fisico e filosofo della scienza tedesco naturalizzato svizzero, divenuto in seguito cittadino statunitense. Potremmo anche dilungarci sul fatto che lo scienziato, di origine ebraica, non praticante, per un paio d'anni fino al 1895 visse e studiò tra Pavia e Milano, dove la famiglia aveva installato una "fabbrichetta". Potremmo anche allargarci illustrandovi, con parole semplici, l'esposizione completa della teoria della relatività ristretta. Onestamente, però, l'unica cosa che potremmo cavarne è la famosa formula E=mc2 ma possiamo assicurarvi che non corrisponde a English uguale mixture di cavendish al quadrato. formula
4 3 5

1 2 7





Homepage