mpc

Anteprima Pipa di Natale Mpc 2007
Gigi Pipe


Questa è solo un’anteprima, ma in attesa di poter pubblicare le immagini dell’ormai tradizionale pipa Mpc di Natale è giusto sappiate che quest’anno abbiamo scelto la rivisitazione di un modello classico: la billiard quadra, ma nella variante  con la testa tonda (Vedi classificazione MPC)

 
 
 
disegno_a.gif
 

Paradossalmente, di questa forma tipicamente inglese, il maggior numero di esemplari è stato prodotto in Italia, nel Varesotto. Non è solo per questo che per realizzarla abbiamo scelto, tra i pipemaker amici del Mpc, Luigi “Gigi” Crugnola. Fin dagli anni ’50, infatti, la Società anonima Giorgio Rovera (ora Gigi) di Oltrona di Gavirate vantava una delle migliori produzione dei modelli più classici, apprezzata in tutto il mondo per il meticoloso rispetto dell’equilibrio delle forma nelle sue dimensioni originali. È stato quindi facile ridisegnare, affidandosi all’esperienza e alla collaborazione di Crugnola, una versione originale del mitico modello, simile ma distinto da quello prodotto dalla Gigi fino agli anni ’80.


   

disegno_b.gif      disegno_c.gif


Per la billiard quadra Mpc di Natale, con il consueto fornello intonso e le dovute punzonature del club, sono state adottate alcune peculiarità. Prima di tutto la garanzia che le pipe, prodotte in tiratura la billiard quadra limitata, saranno esenti da stuccature; per la finitura verrà rispolverata la tipica sabbiatura leggera del Gaviratese (a mano, una ad una, non nel cestello…), ma quello che rappresenta il pezzo forte è il bocchino. Un modello del genere pretendeva l’ebanite, ma la modesta qualità di quella attualmente disponibile ci aveva già fatto optare per l’affidabile metacrilato, quando Crugnola ci ha fatto un’offerta che non potevamo rifiutare… Dalla più polverosa delle sue riserve “segrete” ha estratto degli splendidi bocchini in ebanite della New York Hamburger (per chi l’ignorasse, l’azienda tedesca che da quasi mezzo secolo produce bocchini in esclusiva solo per Dunhill) risalenti – guarda caso – al 1965.

Potevamo rinunciarci? Certo che no.

Naturalmente, come le pipe, anche il numero degli “storici” bocchini era limitato, quindi se non volete correre il rischio di non trovare la pipa di Natale Mpc sotto l’albero non vi resta che contattare, prenotandola, l’inevitabile mpcbuletin



p
SbozzPipaNatale.gif
 
SbozzPipaNatale_01.gif
s3

Buone pipate natalizie!


  Homepage